Home

LE MIE INTERVISTE: GLORIA GUIDA


© INTERVISTA PUBBLICATA SU VISTO N.50 (10 Dicembre, 2015)

«Nel 2016 saranno 37 anni che sto con mio marito Johnny Dorelli. Il segreto della nostra coppia? Prima di tutto il dialogo, che è la cosa principale». Lei è Gloria Guida, indimenticata sex symbol degli anni ’80. La ragazza che con la sua bellezza, i magnifici occhi verdi e quel sorriso a metà tra l’ingenuo e il malizioso, ha fatto impazzire milioni di uomini. Ebbene, quella seducente biondina pochi giorni fa, il 19 novembre scorso, ha tagliato il traguardo dei 60 anni, anche se sembra aver attraversato indenne il passare del tempo e oggi è più bella che mai. Tanti film, teatro, musical e un unico grande amore, Dorelli appunto. E per il futuro una novità in arrivo, il ritorno in televisione, con un progetto top secret, che però potrebbe diventare realtà nel giro di poche settimane.

Gloria, quindi ritorna in tv?

«Probabilmente si. Mi hanno proposto un progetto molto carino per la Rai. Ci sto pensando da qualche giorno e penso proprio che lo farò. Ma in questo momento non posso anticipare nulla. Tanto, se andrà in porto, sarà in tempi piuttosto brevi».

Lei è legata a Johnny Dorelli dal 1979 e l’ha sposato nel 1991. Come avete fatto a restare insieme tanto tempo?

«Forse le nostre belle e sane litigate, con tanto di sbattuta di porta. Perché  tanto, alla fine, c’è il bacio a risolvere tutto. Comunque siamo una coppia abbastanza anomala, perché nell’ambiente dello spettacolo è molto difficile trovare mariti e mogli che continuano a restare insieme nonostante il passare degli anni. Mi vengono in mente solo i grandi Sandra e Raimondo, gli unici. E noi li seguiamo un pochino a ruota».

Il difetto peggiore di suo marito qual è?

«In questo momento la pigrizia». (ride)

E il suo?

«Il mio essere un po’ troppo rompiballe».

Malgrado passi l’età, lei riesce a rimanere sempre bella e in forma. Come fa?

«Di segreti non ne ho. Credo sia, più che altro, un regalo e un dono genetico. Devo tutto ai miei genitori».

Qual è la cosa più importante della sua vita in questo momento?

«Direi la felicità di mia figlia Guendalina che è nata nel 1992 e mi ha reso nonna. Lei adesso è mamma di Ginevra e le auguro veramente di essere felice e godersi questo bellissimo momento».

Come fa una donna ancora sexy come lei a calarsi nei panni della nonna?

(Ride) «Sono una nonna molto presente. Mia figlia vive ancora con me e con mio marito, per cui la nipotina ce l’ho a casa. Di conseguenza, spesso, la accompagno all’asilo e la vado a riprendere. Diciamo che abbiamo quasi un rapporto da mamma a figlia. E’ molto bello».

Lei ha fatto televisione, cinema e teatro. Quale delle tre attività preferisce?

«Sono tre cose completamente diverse , e sono stata molto fortunata a poterle fare tutte e tre. Il cinema è affascinante perché ti insegna, impari, puoi ripetere quando fai degli errori e quindi, anche per questo, hai forse meno paura. Il teatro è terrificante perché ogni sera è una sorpresa, e non è facile affrontare l’impatto con il pubblico che hai di fronte. La televisione, invece, ti dà la possibilità di farti conoscere da milioni di persone, e questo è molto gratificante».